15 novembre, 2018

Frutta_Vini

  Frutteti, vigneti e uliveti, sono considerati come veri e propri laboratori all’aperto, dove gli studenti verificano e sperimentano le tecniche operative, gli ecosistemi e le fasi fenologiche delle piante. Tutte le produzioni sono ottenute con il concorso di personale dipendente, docenti di discipline professionali ed alunni.

                                      FRUTTETO

       Impiantato nella prima metà degli anni 90 occupa attualmente una superficie di Ha 0.76.00 circa in quanto una porzione della stessa è stata sottratta con la costruzione della palestra.
Le specie allevate sono pomacee (mele della cultivar Royal, Delicius e Smith) e drupacee (prugne californiane) allevate a vaso e a palmetta irregolare con sesto di impianto 3 X 3.
La tecnica colturale è quella tradizionale mentre per la difesa fitosanitaria ci si attiene alle indicazioni della lotta guidata; le operazioni sono condotte da personale dipendente dell’Istituto, con la guida di insegnanti di discipline professionali e la collaborazione degli alunni.
Le produzioni annue, mediamente di 10 – 12 qli per le mele e di 8 – 9 qli per le prugne, vengono commercializzate parte sul mercato locale e parte direttamente nella scuola.

                                                                                      VIGNETO

       La superficie investita ad uva da vino risulta di Ha 0.12.30 principalmente della varietà Chardonnay e Montepulciano d’Abruzzo allevate a Gujot e cordone speronato.
La tecnica colturale è quella tradizionale mentre la difesa fitosanitaria non fa ricorso a prodotti chimici di sintesi.Le produzioni mediamente sono intorno a 3 – 4 qli annui e la trasformazione delle uve avviene nella cantina dell’Istituto congiuntamente a quelle provenienti da altre aziende della scuola più vocate alla viticoltura quali Balsorano, Capestrano e Pratola Peligna. Il vino, da tavola, D.O.C. e biologico viene commercializzato nella cantina della scuola 

(laboratorio enotecnico).